Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudi per acconsentire al loro utilizzo.



24.08.2017

Sostieni

Ci puoi sostenere nei seguenti modi:

Destinazione del 5 per mille dell’imposta sul reddito delle persone fisiche a finalità di sostegno del volontariato all’associazione Polriva. Sulla tua dichiarazione dei redditi puoi aggiungere il nostro Codice Fiscale 91000220201

Con offerte volontarie deducibili dal reddito, da versare presso uno sportello qualsiasi di MantovaBanca 1896, da accreditare sul C/C dell'Associazione con IBAN IT25N0800158010000000270236intestato ad Associazione Polriva presso l’agenzia di Suzzara con causale: Erogazione liberale per Attività Umanitaria.

oppure attraverso una Donazione Volontaria direttamente on line:

                         

Ti ricordiamo: DECRETO LEGISLATIVO 4 dicembre 1997 n. 460
Con modifiche apportate dal D.L. n. 35 del 14/03/2005 convertito in Legge n. 80 del 14 /05/2005

1. Detrazione dall'IRPEF pari al 26% delle erogazioni in denaro fino a € 2.065,83 Le erogazioni liberali (art.13 D.Lgs. 460/97), effettuate a decorrere dal 1° gennaio 1998, entro il limite annuo di € 2.065,83 possono essere dichiarate sul MOD.UNICO (ex 740) o MOD. 730 come oneri detraibili e pertanto può essere recuperata una imposta pari al 26% del contributo erogato. La detrazione è consentita a condizione che il versamento di tali erogazioni o contributi sia eseguito tramite Banca (bonifico bancario) o Ufficio Postale (versamento in c/c/p o vaglia postale) o secondo altri sistemi di pagamento previsti dall’art. 23 del D.L. 241/97. Non è possibile detrarre il contributo in contanti, anche se viene rilasciata una ricevuta dall’Ente, in quanto l’Amministrazione Finanziaria non ha ancora emanato un decreto, previsto dall’art. 13, per riconoscere ulteriori modalità idonee.
E’ obbligo di colui che effettua l’erogazione, e che porta tale somma come onere detraibile sulla dichiarazione dei redditi, conservare la ricevuta del versamento in quanto, non essendovi l’obbligo di allegare la stessa alla dichiarazione, può essere successivamente richiesta dall’Amministrazione Finanziaria a verifica degli oneri detraibili dichiarati.